SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Bene ha fatto intanto il direttore del Distretto Giovanna Picciotti a rendere noto finalmente in modo ufficiale il numero di cellulare – il 320.6650926 – che sostituisce i numeri fissi del servisio di Assistenza domiciliare integrata – 0735.793.605 e 627 – che invece non danno alcun segnale a chi li chiama da linee esterne.
Non ci risulta essere vero il fatto – come sostiene la dottoressa Picciotti – che «il tempo di latenza tra il momento in cui l’operatore solleva il telefono ed il momento in cui l’assistito avverte la voce è aumentato di circa 8 secondi per cui può accadere che chi chiama abbia la sensazione che l’operatore non voglia rispondere».
La nuda e cruda verità – è chiunque può verificarlo componendo quei due numeri – è che quei numeri non rispondono affatto perché non danno segnali, non perché ci sono «tempi di latenza» né perché si possa avere «la sensazione che l’operatore non voglia rispondere».
Non ci risulta neanche vero che « ogni mattina i due numeri telefonici fissi 0735.793.605 e 627 ricevono oltre 50 telefonate». Se fosse vero, vorrebbe dire che quelle 50 telefonate sono “estratte a sorte�? per 50 supoerfortunati utenti, dato che – lo ripetiamo – chiunque può verificare che i numeri telefonici fissi 0735.793.605 e 627 non danno alcun segno di vita mai, a nessuna ora del giorno o della notte. Provare per credere.
In ogni caso, ferme restando la gentilezza, l’abnegazione e la totale disponibilità del personale dell’Adi che dà il meglio agli utenti nonostante questo grave e perdurante disagio, torniamo ad insistere affiché vengano riattivati al più presto – e sentra troppi ulteriori burocratici ritardi – i numeri fissi dell’Adi 0735.793.605 e 627, fondamentale e quotidiano punto di riferimento per centinaia di nostri concittadini anziani e disabili.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 501 volte, 1 oggi)