GROTTAMMARE – Dramma all’hotel Valentino Resort. Il corpo senza vita di Sergio Semino, regista e produttore di Lucignolo, è stato trovato intorno alle 10,00 di questa mattina da un operatore della sua troupe, che si era fatto accompagnare nella stanza al primo piano dell’albergo. La troupe sarebbe dovuta partire a breve e gran parte dei membri si trovava nella hall dell’albergo con i bagagli già pronti. L’ambulanza, una volta arrivata, non ha potuto far altro che constatare l’avvenuto decesso.

Come già detto in un articolo su questo sito, le cause della morte del regista originario di Novi Ligure verranno accertate dall’autopsia che verrà compiuta domani nell’obitorio di Fermo, città a cui Grottammare fa riferimento per i casi del genere; anche le indagini, infatti, verranno prese in mano dal sostituto procuratore fermano Raffaele Iannella. I risultati dell’autopsia e degli esami tossicologici di rito verranno resi noti fra sabato e lunedì.

Il comandante dei Carabinieri di San Benedetto, Giancarlo Vaccarini, afferma che è da escludere ogni ipotesi di morte violenta o suicidio. Gli impiegati nella hall ricordano che Sergio Semino, per il poco tempo che ha passato nell’albergo, appariva come una persona cortese e tranquilla. L’operatore Mediaset che per primo si è accorto del drammatico evento è comprensibilmente sconvolto e preferisce non parlare.
Marco Calvaresi, presidente del Consorzio turistico Riviera delle Palme, è visibilmente scosso: «Di fronte a questo dramma umano ogni discorso deve passare in secondo piano. Ho conosciuto Sergio Semino durante la puntata girata ieri sera, era tranquillo e pieno di vita. Sapere che adesso non c’è più mi fa pensare a quanto sia esile e sottile il filo che ci lega alla vita».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 7.137 volte, 1 oggi)