SAN BENEDETTO DEL TRONTO – SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riscuoteva denaro dal conto corrente bancario di una cliente procurandosi false deleghe. Un avvocato sambenedettese di 47 anni, L.N., è stato denunciato dalla Polizia per aver truffato un’anziana di 86 anni.

Il legale si sostituiva fraudolentemente nella gestione del conto intestato alla donna. Una ‘pratica’ a cui l’uomo era solito ricorrere ormai da tempo attraverso un semplice ma efficace sotterfugio: falsificava personalmente firme, date e tutti i requisiti necessari per attribuirsi procure e deleghe al fine di riscuotere denaro ed effettuare altre operazioni a nome dell’anziana cliente.

L’impulso alle indagini è stato dato da un impiegato della banca presso cui si recava l’avvocato, insospettito dall’insolita frequenza dell’uomo. A dar credito all’ipotesi sono giunti poi i riscontri notarili, che hanno evidenziato le false certificazioni prodotte dal legale.

Le indagini della polizia hanno accertato che l’attività fraudolenta del sambenedettese è costata diverse migliaia di euro alla cliente truffata. Tra l’altro, l’uomo aveva precedenti per reati analoghi compiuti nelle Marche.

L’uomo risulta ora indagato per i reati di uso di sigilli contraffatti, truffa e falsità materiale commessa dal privato in atto pubblico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 778 volte, 1 oggi)