SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Minacciato, aggredito e picchiato selvaggiamente. Questa la sorte toccata ad una guardia giurata in servizio presso l’ospedale civile di San Benedetto. Tutto è accaduto intorno alle 19.30 di domenica scorsa. Due tossicodipendenti sono entrati nei locali della guardia medica, situata all’interno del nosocomio, chiedendo con insistenza a due infermieri la prescrizione per ottenere alcuni farmaci. I sanitari, non ravvisando i presupposti per soddisfare la loro richiesta, hannno risposto negativamente. E’ allora che si è scatenata l’ira dei due giovani, che hanno iniziato a inveire pesantemente contro di loro. Intimoriti dalle minacce, gli infermieri sono stati costretti a chiudere le porte del reparto e hanno subito allertato il centralino, invocando l’intervento della Polizia.
Intanto, sul posto è giunto Patrizio Di Salvatore, guardia giurata in servizio all’ospedale. L’uomo si è trovato di fronte i tossicodipendenti. Alla sua richiesta di allontanarsi i due hanno risposto con strattoni e spinte. Non paghi, hanno aggredito il vigilante colpendolo con una raffica di pugni al volto. Di Salvatore è rimasto tramortito a terra. L’arrivo, pochi minuti dopo, degli agenti del Commissariato locale ha impedito che gli aggressori riuscissero a farla franca. Per loro è scattata la denuncia per lesioni.
La guardia giurata ha riportato la frattura della mandibola e diverse ferite al volto. Ne avrà per almeno 20 giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 602 volte, 1 oggi)