MARTINSICURO – Il pattinaggio sambenedettese si conferma a livello internazionale. In maniera “prepotente”. Ben sette delle decine (più di venti) medaglie vinte sinora dalla Nazionale italiana in quel di Martinsicuro, dove da mercoledì scorso si stanno svolgendo i Campionati Europei giovanili – categorie Junior e Cadetti – di pattinaggio, specialità corsa su pista, sono state messe al collo da atleti della nostra città.

Ciliegine sulla torta i titoli europei guadagnati da Riccardo Bugari, della Pattinatori Sambenedettesi, nella 3.000 metri a punti Cadetti, e da Davide Amabili della Riviera delle Palme Skating in line, che nella 5.000 americana, categoria Junior, ha imitato Bugari, grazie alla collaborazione di Andrea Atzeni e Andrea Peruzzo.

Questi i risultati più prestigiosi, ma, come si diceva, sono arrivate altre medaglie: Bugari, incontenibile, ha raccolto un argento nella 5.000 america, insieme al compagno di squadra Mauro Menduni e a Luca Bruschi,  oltre a due bronzi, nella 300 cronometro e nella 5.000 metri ad eliminazione; due terzi posti anche per Vittorio Renzi della Riviera delle Palme Skating in line, nella 15.000 metri ad eliminazione (Junior) e nella 10.000 punti a eliminazione.

Da lodare in ogni caso le prestazioni degli altri portacolori sambenedettesi, vale a dire Roberto Catalini (Pattinatori Sambenedettesi) – nono nella 300 cronometro (Junior) e decimo nella 500 sprint – e Giuliana De Blasio, sempre della Pattinatori Sambenedettesi, che si è classificata settima nella 3.000 metri a punti Cadetti.

Per i pattinatori della città delle palme l’avventura in terra abruzzese termina qui; domenica infatti, a Villa Rosa, quando prenderanno il via le gare delle specialità di corsa su strada, per l’Italia sarà di cena una seconda squadra, all’interno della quale non figurano atleti di casa nostra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.623 volte, 1 oggi)