SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Una semplice chiacchierata, tanto che sono venuto da solo, senza farmi accompagnare dal mio procuratore». Gianluca Zanetti descrive così il colloquio avuto ieri, nelle stanze della sede della Samb Calcio, in Viale dello Sport, con il direttore generale rossoblu Claudio Molinari.
«Ho avuto una gran bella impressione – continua il difensore romagnolo – La sensazione è stata quella di avere a che fare con una persona che parla poco, ma estremamente seria, che sa quello che vuole e che ha progetti importanti. Non poteva andare meglio».
Eppure le parti dovranno rincontrarsi. Zanetti, che, come noto, ha un contratto che scade nel giugno 2007, gradirebbe un ritocco. «Firmai quel contratto subito dopo l’incidente al ginocchio (nel corso della gara di campionato col Napoli, marzo 2005, ndr), dunque mi accontentai di una cifra poco superiore al minimo federale. In virtù dei sacrifici fatti l’anno passato, mi aspetto che la società voglia darmi qualcosa in cambio. Credo di essermelo meritato».
E l’ipotesi di un eventuale prolungamento del contratto? «Si è parlato anche di quello: sarei davvero felicissimo, sono molto legato alla Samb e il mio desiderio è quello di restare. Ho avuto qualche altra offerta, ma la volontà è quella di aspettare la Samb. E’ chiaro che quando ci si sposa si è in due a dire “sì�?. Vedremo se ci sarà la volontà di venirsi incontro».
Staremo a vedere. L’impressione è che la dirigenza rossoblu, dopo le innumerevoli traversie vissute dall’ex Teramo, possa nutrire qualche dubbio in merito alla sua integrità fisica. In ogni caso, come ammette lo stesso Zanetti, «più in là ci si dovrà rivedere». E allora ci sarà anche il procuratore.
CONCETTI VICINO ALL’ADDIO? Pare quasi abbacchiato il consulente di mercato rossoblu Peppino Pavone, quando si esprime in ordine al “caso” del portiere Emanuele Concetti, indiscusso protagonista con la maglia della Samb l’anno passato. «Purtroppo non riesco a parlarci; ci siamo sentiti una sola volta al telefono, poi l’altro ieri l’ho fatto chiamare dal segretario (Nazzareno Marchioni, ndr), al quale ha risposto che non poteva venire, che aveva da fare e che gli stavano dietro alcune società (Perugia e San Marino?, ndr)».
ZERBINI, APREA E TACCUCCI AL VENEZIA Radiomercato intanto dà per conclusi tre acquisti in casa Venezia: i lagunari si sarebbero assicurati i servigi degli ex rossoblu Giuseppe Aprea, che sveste la maglia del Cisco Roma, Marco Taccucci, che lascia la Juve Stabia, e Francesco Zerbini, via dal Padova.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.183 volte, 1 oggi)