ACQUAVIVA PICENA – Cinquanta sono stati i Comuni italiani che lo scorso weekend, dal 7 al 9 luglio, hanno partecipato ad Acquaviva al Consiglio Direttivo Nazionale e all’Assemblea Generale dei Soci dell’Associazione nazionale Paesi Bandiera Arancione.

Grand’accoglienza è stata riservata dall’Amministrazione locale a sindaci e assessori dei vari centri, dagli stessi giudicata degna del grande evento, tenutosi per la prima volta nella Regione Marche.

Presenti, fra gli altri, oltre al primo cittadino del paese ospitante Tarcisio Infriccioli, il direttore del comparto Bandiere Arancioni e Touring On line Marco Girolami, con il suo staff, il presidente dell’Associazione nazionale Paesi Bandiera Arancione Fulvio Gazzola, nonché gli stessi membri del Consiglio Direttivo Nazionale, che, particolarmente soddisfatti per l’organizzazione, hanno posto l’accento sull’enorme lavoro svolto dal gruppo marchigiano, che puntualmente si riunisce allo scopo di confrontarsi e pianificare gli eventi.

«La Bandiera Arancione – ha commentato l’assessore al Turismo Andrea Infriccioli, a nome dell’Amministrazione Comunale – ha dato, sta dando e darà molto non solo ad Acquaviva Picena, ma a tutti i Paesi Bandiera Arancione d’Italia. La qualità turistico – ambientale sarà, infatti, il futuro del turismo dei piccoli Comuni». «Un ringraziamento speciale – ha aggiunto – va a tutti: al sindaco e all’intera Amministrazione, ai cittadini, al gruppo dei Paesi Bandiera Arancione Marchigiani, all’Ufficio Turistico IAT, alla Polizia Municipale e all’Atlante Congressi s.r.l., per aver contribuito all’organizzazione e alla perfetta realizzazione di questo grande evento».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 453 volte, 1 oggi)