GROTTAMMARE – Giorni frenetici per il Grottammare Calcio. La decisione del presidente Amedeo Pignotti di rimanere in sella al sodalizio biancazzurro dopo i tentennamenti delle settimane precedenti, ha di colpo accelerato il lavoro del direttore sportivo Pino Aniello, che sta cercando di recuperare il tempo perduto. Bisognerà fare in fretta: il Grottammare edizione 2006-2007 infatti si ritroverà negli ultimi giorni di luglio.
Sistemata la questione relativa all’iscrizione – il termine ultimo era fissato per le ore 12 di oggi – tutte le attenzioni, naturalmente, sono concentrate sul reperimento di elementi in grado di sostituire i partenti Di Matteo, Marcucci e Ludovisi. Come pure andranno fatti dei tentativi per far rimanere quei giovani che l’anno passato hanno contribuito alla salvezza, seppure sofferta, della compagine di mister Amaolo.
PUGLIA, ADAMADOLI E DI MARTILE Qualche esempio? Adamoli, per il quale si è instaurato una sorta di braccio di forza coi “cugini” del Centobuchi, Puglia e Di Martile. A tale proposito potrebbero esserci delle novità già da domani. In particolare il Pescara pare propenso a rinnovare il prestito di Di Martile, anche perchè vorrebbero tenere l’attaccante del Grottammare Mario Pignotti.
Daniele Amaolo intanto attende eventuali novità con la consueta serenità: «Spero che riusciremo a costruire una squadra che ci faccia soffrire meno dell’anno passato – argomenta il tecnico di Porto San Giorgio – Il bugdet è ridotto: significa che dovremo fare scelte più oculate. Non solo: ci vorrà anche un pizzico di fortuna. Cosa chiedo alla società? Di sostituire degnamente le tre partenze eccellenti di Ludovisi, Di Matteo e Ludovisi. In più confido nella riconferma dei nostri giovani. La cosa più importante in ogni caso è che chi sceglie Grottammare lo faccia con la giusta mentalità. Non abbiamo bisogno di prime donne».
Un Amaolo che ha vissuto settimane di attesa, sperando che la questione societaria si risolvesse, e che ora è desideroso di rimettersi a lavorare. «Ho aspettato fiducioso. Volevo restare a Grottammare e per fortuna tutto si è sistemato; per il sottoscritto rappresenta una scelta di vita, non solo perchè significa rimanere nelle Marche, ma anche perchè qui si può lavorare tranquilli con alle spalle una società seria».
BENI VERSO LA RICONFERMA Ne dovranno riparlare, ma pare certa la riconferma di Giancarlo Beni nel ruolo di preparatore dei portieri. Per quanto riguarda il ruolo del preparatore atletico è molto probabile che mister Amaolo faccia affidamento, come del resto è accaduto l’anno passato, ad una consulenza esterna.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 466 volte, 1 oggi)