MONTEPRANDONE – Fa le cose per bene il Centobuchi Calcio. Quella che si dice programmazione. Non solo la dirigenza ha mantenuto l’intelaiatura che l’anno passato le ha permesso di dominare il campionato di Eccellenza e guadagnare una storica promozione in serie D – togliendo dal mercato pezzi da novanta quali De Rosa e Cardinali, appetiti da diversi club – ma ha pure regalato a mister De Amicis tasselli di qualità e, soprattutto, giovani.

E’ quello che serviva alla compagine del presidente Claudio Marocchi, visto che per il prossimo campionato nella formazione titolare vanno obbligatoriamente schierati titolare quattro under. Dopo Giorgio Galli, ex bomber dell’Orvietana e Giuseppe Adamoli, centrocampista di fascia (destra), classe ’87, prelevato dal Grottammare – “operazione” in ordine alla quale la stessa dirigenza grottammarese ha storto un po’ il naso – alla corte di mister De Amicis dovrebbe arrivare Niccolò Nepi, 19 anni anche lui, reduce dall’esperienza con la maglia del Cecina (serie D, girone E).

“Un giovane di talento, bravo sia in fase di interdizione sia in quella di impostazione che fa al caso nostro – argomenta Gabriele Menzietti – diesse biancoceleste – L’affare dovrebbe andare in porto. Quante possibilità si cono? Diciamo il 90%. E’ di Ascoli ed è cresciuto nel vivaio bianconero; dobbiamo limare alcuni dettagli ma la sua volontà è quella di avvicinarsi a casa”.  

E il mercato del Centobuchi non si fermerà certo qui; Menzietti infatti sta lavorando alla ricerca di altri giovani che facciano al caso della formazione biancoceleste. C’è ancora tempo, anche perché la squadra si ritroverà il 17 luglio – e non il 16 come il sodalizio monteprandonese aveva inizialmente comunicato – al Comunale. Il giorno successivo inizieranno gli allenamenti.


 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 450 volte, 1 oggi)