SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si sono incontrati in mattinata, presso lo stadio “Riviera delle Palme”, i fratelli Tormenti e Claudio Molinari. Per definire strategie di mercato? Forse, ma principalmente per riprendere a mettere i mattoncini delle fondamenta della società: si è parlato delle divise (tra l’altro potere vincerne una partecipando al concorso di Riviera Oggi) e del cancello di ingresso della tribuna difettosa, dei campi di allenamento e del ritiro, probabilmente a Sant’Agata Feltria, probabilmente posticipitato di dieci giorni.

Infatti il calciomercato è praticamente fermo (anche se Pavone, rimasto a Milano e oggi raggiunto da Molinari, potrebbe piazzare qualche colpo nella giornata di domani), e nessuno vuol passare per fesso, pagando soldoni calciatori che fra qualche settimana potrebbero essere svincolati, o con un valore dimezzato, a causa dell’invasione dell’offerta. Tutti infatti aspettano le sentenze di Calciopoli, ma anche le probabili esclusioni di alcuni club dai rispettivi campionati.

SETTORE GIOVANILE Nessuna decisione ufficiale è stata presa riguardo il settore giovanile. Molinari afferma che «dalla prossima settimana valuteremo il lavoro svolto fin qui, e cercheremo di capire quale sarà il modo migliore per andare avanti».

AMMINISTRAZIONE COMUNALE Nessun incontro ufficiale si è svolto con il nuovo sindaco, anche se la Samb, specie riguardo i campi di allenamento, vorrebbe stilare un progettino ufficiale del quale discutere, assieme all’amministrazione comunale, per risolvere l’annoso problema.

MERCATO Sono giovani i calciatori che interessano la Samb, e tutti provenienti da squadre di Serie A: come il portiere Agazzi della Triestina, il difensore Gotti dell’Udinese e soprattutto il giovane Mario Rebecchi, 23 anni, dell’Inter ma lo scorso anno a Lumezzane, nel ruolo di fantasista.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.286 volte, 1 oggi)