MONTEPRANDONE – Mattone dopo mattone. La nuova stagione dell’Handball Club Monteprandone, seppure ancora piuttosto lontana – campionato al via intorno alla metà di ottobre – nasce sotto i migliori auspici. Niente di trascendentale, intendiamoci, eppure il club di Livio Sciamanna sta facendo il possibile per inauguare al meglio il torneo di B, guadagnato tanto con merito quanto con fatica.
In primis lo sponsor. L’accordo con la ditta Troiani&Ciarrocchi, roba di un paio di settimane fa, è stato il primo passo, importante, per guardare al futuro con ottimismo. Euro che sono entrati nelle casse sociali arancionere per confluire, almeno in parte, in quelle della Federazione; a fine giugno infatti sono state sbrigate tutte le pratiche relative all’iscrizione. Si obietterà: la pallamano non è il calcio, ma un mondo nel quale la crisi non è ancora così marcata. Può anche darsi, eppure i quasi 6.000 euro – questa la cifra sborsata – per una società come quella monteprandonese, rappresentano una spesa significativa.
Iscrizione ok dunque. Tutto a posto anche per quel che concerne il comparto tecnico. Mister Iadarola, confermatissimo, si metterà al lavoro verso la fine di agosto (decisioni ufficiali in merito verranno prese, quasi certamente, la prossima settimana), sicuro di riavere a disposizione lo stesso gruppo che l’anno passato ha intrapreso una splendida cavalcata verso la B. Ormai nota la politica della dirigenza arancionera: niente acquisti, a meno che non si presenti un’occasione importante, di fronte alla quale sarebbe impossibile dire di no. Del resto Poletti e compagnia hanno dato ampia dimostrazione di poter ben figurare anche al “piano di sopra”. Avanti con loro dunque.
Da ultimo segnaliamo che l’Hc sta attendendo la risposta, molto probabilmente positiva, della Scuola Media Allegretti di Monteprandone, con la quale si instaurerà un rapporto di collaborazione – in dettaglio: due ore a settimana, all’interno delle ore destinate all’educazione fisica, tutte dedicate alla pallamano – attraverso il quale far innamorare i ragazzi di un disciplina che nella cittadina di San Giacomo ha sempre avuto un discreto seguito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)