SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Marco Lorenzetti torna alla carica. L’ex assessore alle attività produttive, attuale capogruppo consiliare Udc, non ha digerito la destinazione dell’avanzo di bilancio decretata dalla Giunta Gaspari nel corso dell’ultimo Consiglio comunale. «Briciole per i servizi sociali, nulla per i libri di testo, zero per le famiglie che non arrivano a fine mese» attacca l’esponente dell’opposizione. Nel mirino di Lorenzetti la generosa somma destinata dall’esecutivo al Consorzio turistico: «Di contro l’amministrazione Gaspari ha esordito con un finanziamento al Consorzio Turistico di 123 mila euro di cui non hasaputo spiegare ancora l’utilizzo e la soppressione della Commissione Edilizia che sembrava una delibera di vita o morte».

Critiche assortite dell’ex assessore alla Giunta anche per il presunto tradimento del suoi propositi: «Urbanistica e spettacoli sono stati i primi argomenti di una amministrazione che professava solidarietà, partecipazione, concertazione. Il tutto è stato sommerso tra urbanistica e l’ebrezza di spettacoli mondani».

Lorenzetti chiude con una nota polemica sulla sovrapposizione tra la Festa della Marina e la Notte Bianca: «Oltre che chiudere i cancelli della Palazzina azzurra l’amministrazione ha deciso di affossare la festività della Madonna della Marina, sovrapponendola, con l’avallo di Confcommercio e Confesercenti, alla “Notte Bianca”, che negli anni scorsi si è sempre svolta la prima domenica di agosto. La Festività della Madonna della Marina ha da sempre rappresentato una delle poche occasioni di grande partecipazione popolare sambenedettese, oggi è oscurata da decisioni improvvisate di assessori distanti dalla vita della città».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 376 volte, 1 oggi)