SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo l’ira dell’ex assessore Bruno Gabrielli, ecco l’affondo di An sul ‘caso’ Palazzina Azzurra. La volontà espressa dal neo assessore al turismo, Domenico Mozzoni, di far diventare un luogo d’élite culturale la struttura di Viale Buozzi, ha scatenato un vespaio di polemiche tra le forze dell’opposizione.

Il capogruppo consiliare di Alleanza Nazionale, Pasqualino Piunti, chiede, a nome del suo partito «un’urgente riunione dei Capigruppo consiliari, affinchè ogni forza politica si pronunci sulla volontà dell’Assessore Mozzoni di voler interrompere l’attività musicale alla Palazzina Azzurra. Centinaia di cittadini e tantissimi turisti si sono dichiarati esterrefatti di fronte a questa eventualità e le soluzioni alternative (come l’ex-galoppatoio) sembrano veramente cervellotiche».
Per il consigliere di An la destinazione culturale dell’edificio potrebbe tranquillamente ‘convivere’ con l’intrattenimento musicale: «Non ci sembra che negli anni nei quali la Palazzina è stata restituita alla frequentazione dei cittadini si sia verificato qualche disagio o siano avvenute profanazioni. Fermo restando l’indirizzo culturale, nulla osta il mantenimento di un divertimento soft che ha trovato la gradibilità di tutti. Non si può togliere questa opportunità di aggregazione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 374 volte, 1 oggi)