CUPRA MARITTIMA – «Ogni tanto frequento la consulta, di solito il tempo libero lo trascorro passeggiando con le mie amiche a Grottammare» ci dice Giada Montenovo, 18 anni, studentessa del Liceo delle Scienze Sociali di Ripatransone, che abbiamo incontrato al Centro d’Aggregazione Consulta Giovanile.

Come mai esci a Grottammare?

«Le mie amiche sono di Grottammare, poi Cupra non mi attira, la trovo troppo dispersiva rispetto a Grottammare, che è più accentrata».

Sei soddisfatta di quello che l’Amministrazione fa per i ragazzi?

«Non molto, certo c’è la Consulta, ma, stando molto tempo a Grottammare, vedo cosa c’è lì, soprattutto la Ludoteca, che è frequentata anche da ragazzi di 25 anni, poi rimane aperta anche la sera per i giovani, la consulta è più che altro frequentata da ragazzi più piccoli».

Frequenti l’ultimo anno di scuola, giusto? Cosa pensi di fare il prossimo anno?

«Se dipendesse da me andrei all’Università, ma adesso sono troppo stressata, intanto ho trovato un lavoro. Forse mi prendo un anno di pausa, ma voglio tentare il test d’ingresso a Scienze della Formazione, vedo come va e deciderò».

Ti piace leggere?

«Sì mi piace, ho appena finito di leggere l’Agostino di Moravia, su consiglio della mia professoressa».

Alla consulta abbiamo fatto alcune domande anche a Fabrizio Mora, un ragazzo di 23 anni, che in pratica è cresciuto a Cupra, anche se abita a Grottammare.

«Frequento Scienze del Servizio Sociale a Macerata. Vengo alla Consulta un paio di volte a settimana, perché curo lo sportello di prevenzione sulla tossicodipendenza, distribuisco materiale informativo per chi lo richiede, in collaborazione con l’unità di strada».

Il tuo tempo libero come lo trascorri?

«Esco con gli amici, spesso giochiamo anche a calcetto».

Cosa vorresti fare dopo la Laurea?

«Prenderei l’abilitazione da assistente sociale e lavorare in questo settore, mi piacerebbe restare nella zona, non a Cupra, perché non ha molto da offrire dal punto di vista lavorativo».

Giudichi sufficiente l’impegno del comune verso i giovani?

«L’Amministrazione offre poco, ci sono pochi luoghi dove riunirsi, se si esclude la consulta, che è un posto sano, restano solo i bar».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 418 volte, 1 oggi)