SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Bruno Gabrielli, consigliere comunale e capogruppo di Forza Italia, continua la sua querelle nei confronti dell’assessore al turismo e al commercio Domenico Mozzoni. La polemica verte sulla destinazione che verrà data alla Palazzina Azzurra. Lo storico edificio, nei piani dell’esponente della nuova Giunta, in futuro dovrebbe essere destinato esclusivamente a mostre ed eventi culturali. Gabrielli è fortemente contrario a questa ipotesi, adducendo come argomenti la destinazione originaria ed essenziale della Palazzina Azzurra – “centro di aggregazione” – e il fatto che durante gli anni dell’amministrazione Martinelli l’edificio ospitava in maniera non mutuamente esclusiva le austere serate di cultura “alta” e le serate d’intrattenimento musicale di gusto più nazionalpopolare.

«Dopo l’ennesima esternazione dell’assessore Mozzoni riguardante l’utilizzo della Palazzina Azzurra – afferma Gabrielli – questa volta confortato dall’intera Giunta comunale, emerge chiaramente il modus operandi ingannevole di questa sinistra che è al governo della città: prima sbandierano la partecipazione popolare alla vita amministrativa e poi impongono le loro scelte già prese a tavolino. In tutta questa vicenda, infatti, ciò che maggiormente irrita è l’arroganza con la quale si è arrivati a una simile scelta, adducendo come motivazione fondante di essa che la Palazzina non è una balera, bensì un luogo destinato all’alta rappresentanza di stato».

La Palazzina Azzurra sarebbe dunque tutto meno che una balera e il consigliere Gabrielli invita l’assessore Mozzoni a considerare che è sbagliato addurre come scusante la sua presupposta rumorosità, dato che i residenti della zona non hanno mai presentato lamentele e che la musica terminava regolarmente a mezzanotte. Nelle serate alla palazzina il divertimento sarebbe sempre stato contenuto nei limiti della civiltà; Gabrielli prosegue: «Il ballo, che puntualmente ne è scaturito da parte di quelle persone che, non paghe di ascoltare semplicemente la musica, ha inteso muovere dei passi di danza richiamati dalla cornice meravigliosa della pista da ballo, è sempre stato spontaneo».

Il consigliere di Forza Italia conclude affermando che darà battaglia per impedire che l’edificio diventi un chiuso luogo di nicchia: « Bene cari cittadini è giunto il momento di far capire a questi signori che la Palazzina è dei sambenedettesi e che non vi rassegnate così facilmente! Il sottoscritto ha presentato un’interrogazione al sindaco per chiedere chiarimenti in merito e questa verrà trattata nel Consiglio comunale di lunedi 3 luglio alle ore 18,00. Uniamoci in questa battaglia di libertà, fate sentire la vostra voce che non può rimanere muta dinanzi ad un simile affronto».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 589 volte, 1 oggi)