ALBA ADRIATICA – L’unione fa la forza, e così i presidenti dello Juventus Club di Offida, di Ancarano e dello Juventus Club D.O.C. di Alba Adriatica si sono coalizzati per allestire al meglio un’importante manifestazione di protesta contro il “sistema anti-Juve”, messo in piedi dai mass media e da coloro che stanno conducendo le ormai famigerate indagini sui presunti illeciti condotti dai più alti dirigenti bianconeri, numerosi arbitri, membri della FIGC, e altre società di calcio, come la Lazio, la Fiorentina e il Milan.

Il 1 luglio tifosi e tesserati si recheranno a Torino “per non far scrivere sentenze da giornali e tv” – come si legge nel manifesto – e protestare nei confronti di una gestione del caso da parte della giustizia marcatamente scandalistica, condotta cioè a colpi di scoop, rivelazioni, intercettazioni, che sembrano fatti apposta per solleticare le curiosità voyeristiche degli italiani sotto l’ombrellone.

“È arrivato il momento di scendere in campo per giocare la finale più importante”, recita l’invito, anche se lo spirito non è quello di una partita aperta: il destino dello Juventus F.C. sembra scritto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 923 volte, 1 oggi)