Il presidente della Giunta regionale Gian Mario Spacca non nasconde la propria soddisfazione per la netta vittoria del No al referendum confermativo sulla legge di modifica della parte II della Costituzione. «La vittoria dei no al referendum – afferma Spacca – è motivo di fiducia e soddisfazione. Il Paese ha dimostrato grande maturità, evitando il rischio di una lacerazione insostenibile. L’approvazione della riforma avrebbe infatti comportato divisioni e disparità territoriali nei diritti fondamentali della sanità, dell’istruzione e della sicurezza».
Per il presidente della Giunta la ‘partita’ della riforma costituzionale dovrà giocarsi d’ora in avanti su di un tavolo più ampio: «La mobilitazione di cittadini, forze sociali e istituzioni ha permesso di ottenere questo importante risultato. Ora bisogna riaprire il dialogo per una riforma costituzionale autenticamente condivisa, rafforzando la collaborazione istituzionale tra Regioni e Stato, e la coesione dell’intera comunità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 172 volte, 1 oggi)