SAN BENEDETTO DEL TRONTO – San Benedetto conferma, anzi va oltre la netta affermazione del ‘no’ registrata a livello nazionale. L’Ufficio Elettorale comunale ha diffuso i dati relativi al referendum costituzionale per il quale ieri e oggi si è andati a votare. Dopo le operazioni di scrutinio i voti per il sì sono risultati 7.773, pari al 37,42% mentro al no sono andati 13.001 voti, pari al 62,58%. Le schede bianche sono state 72 e le nulle 69, mentre i votanti sono stati 20.915, dei quali 10.274 maschi e 10.641 femmine per una percentuale del 55,19.

Buona l’affluenza alle urne anche nell’intera provincia di Ascoli, dove la percentuale dei votanti è stata di 55,6%, mentre il rilevamento regionale si è attestato al 58,2%.

Per fare un breve confronto con le passate consultazioni referendarie, nel 2005, quando si votò per le modifiche alla legge sulla procreazione assistita (referendum che non raggiunse il quorum) a San Benedetto votarono 9.108 elettori, pari al 24,09%. Nel 2003 il referendum sulla modifica all’articolo 8 dello statuto dei lavoratori e l’abrogazione della servitù coattiva di elettrodotto non raggiunse ugualmente il quorum ed a San Benedetto si presentarono alle urne 8.687 elettori (23,19%) per il primo quesito e 8.729 (23,31%) per il secondo.

Per trovare un altra tornata elettorale riguardante un referendum costituzionale, per il quale non è previsto il raggiungimento di un quorum, bisogna risalire al 7 ottobre 2001, quando si votò per la modifica del titolo V della Costituzione. Nella nostra città si recarono alle urne 13.477 elettori pari al 34,70%. Le ultime curiosità di questo referendum riguardano la terza richiesta consecutiva di duplicato della tessera elettorale da parte di un’elettrice, come a dire che per ciascuna delle tornate elettorali del 2005 (politiche, amministrative e referendum) ha richiesto un duplicato della tessera elettorale. Alto, infine, il numero complessivo di questo tipo di richiesta.

Si pensava che, dopo due votazioni ravvicinate, le tessere elettorali fossero facilmente rintracciabili all’interno delle abitazioni, ed invece sono stati 121 i duplicati emessi, dei quali ben 35 nelle due giornate di voto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 376 volte, 1 oggi)