GROTTAMMARE – «Sindaco e maggioranza amministrano a vista»: lapidario e tagliente come al solito il comunicato del consigliere di Alleanza Nazionale Raffaele Rossi, che critica aspramente la realizzazione dei dossi sul lungomare «realizzata in questi giorni, mentre l’intervento si poteva fare comodamente 2 o 3 mesi fa».
Ha ragione in questo caso Rossi, anche se, da parte nostra, ribadiamo che si trattava di un intervento improcastinabile che infatti abbiamo sollecitato durante il mese di maggio: meglio tardi che mai? Forse sì.
Rossi poi critica anche «l’apertura di Piazza San Pio senza che sia stata effettuata la consegna del cantiere», spiegando che «l’ufficio il giorno 21 giugno non ha fornito la documentazione comprovante la consegna mentre la piazza era fruibile dal 17 giugno. «Ad oggi non sappiamo se ai fini legali la piazza è fruibile».
«Per mesi abbiamo visto pulire e sistemare il nuovo lungomare sud mentre altre parti del medesimo sono lasciate in totale abbandono: indecorosa è la situazione della zona nord, in prossimità della pista ciclabile tra la nostra città e Cupra Marittima», continua Rossi, secondo il quale via Bore Tesino si trova nell’identica situazione.
«Questa maggioranza non è in grado nemmeno di organizzare la pulizia ed il decoro della città, se si riesce a vedere un po’ di manutenzione è solo grazie alla intraprendenza di qualche dipendente comunale che mosso da alto spirito di servizio in parte sopperisce alla mancanza di una seria ed organizzata sistemazione della città». Sempre il consigliere di An invita alla redazione di un Piano del Traffico.
Non mancano attacchi al sindaco: «Come potrebbe sopravvivere un sindaco più vocato all’apparire che all’essere senza quel po’ di visibilità che gli è data dal taglio dei nastri? Di fatto l’azione politica di Luigi Merli tolto la realizzazione di opere programmate e pensate da altri, è praticamente nulla, insomma non c’è speranza che finisca la politica del sottovuoto spinto».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 371 volte, 1 oggi)