SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ stata inaugurata venerdì 23 giugno presso l’ I.P.S.S.A.R. di San Benedetto del Tronto, in piazza Monsignor Sciocchetti 6, la “IV Biennale Europea del Paesaggio di Barcellona”, che resterà aperta fino al 16 luglio.
Moltissime le autorità e i professionisti del settore intervenuti, fra cui il Presidente della provincia Massimo Rossi, l’Assessore provinciale alla cultura Olimpia Gobbi, Sandro Polci, curatore dell’evento, Settimio Capriotti, assessore alle politiche del mare e intervenuto in vece del Sindaco, Jordi Sardà, direttamente dall’università della Catalogna, la professoressa Agata Buscemi, responsabile dei progetti spagnoli per il Waterfront, Annalisa Maniglio Calcagno, presidente nazionale della AIAPP, Novella B. Cappelletti, direttore PAYSAGE e rivista “Architettura del paesaggio”, Umberto Cao, presidente della Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno.

La “Biennale Europea del Paesaggio” è la più importante mostra europea di progetti di Architettura del Paesaggio e rientra nella rassegna “Saggi e Paesaggi”. Ne è l’evento centrale, in quanto la Provincia di Ascoli Piceno è, insieme a Reggio Emilia ed a Milano, uno dei tre poli italiani che ospiteranno i migliori progetti presentati a Barcellona.

“Il 30 aprile – parla l’assessore Olimpia Gobbi – la provincia ha firmato a livello europeo un piano, la convenzione europea del paesaggio, che entrerà in vigore dal 1 settembre di questo anno. Non ho paura nel dire che il testo è estremamente rivoluzionario e definisce il paesaggio come bene. Gli enti debbono lavorare per sensibilizzare la popolazione locale a tre fattori fondamentali: gestione, recupero e valorizzazione del paesaggio”.

Jordi Sardà, docente dell’Università Politecnica di Catalogna, ha affermato che da qualche tempo sono gli stessi architetti ad aver preso come proprio i paesaggio, ma non soltanto sotto il punto di vista urbanistico, ma studiandolo come una vera e propria scienza. “A San Benedetto, una città bellissima” afferma Sardà “ci sono diversi progetti di cui c’è bisogno: per favore, non abbiate paura di progettarli e realizzarli”.

Sabato 24 giugno alle 09:00, presso il Teatro “Luigi Mercantini” di Ripatransone, si discuterà sul tema del paesaggio dei piccoli centri e dell’entroterra. Nel pomeriggio, nella stessa sede, il convegno “Italia-Spagna: le scuole di paesaggio tra identità e progetto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 631 volte, 1 oggi)