ASCOLI PICENO – Si è svolta oggi presso Piazza del Popolo la cerimonia commemorativa del 232° anniversario della fondazione del Corpo della Guardia di Finanza. Alla cerimonia sono intervenute le massime Autorità della provincia ascolana, ospitate sul palco allestito di fronte al Palazzo dei Capitani, sovrastante la Compagnia di Formazione appositamente schierata, costituita dalle Fiamme Gialle rappresentanti alcune delle varie specializzazioni del Corpo.
Dopo gli onori di rito ed aver dato lettura dei vari messaggi augurali pervenuti dalle diverse Autorità istituzionali, il Comandante Provinciale, Col.t.SFP Giuseppe Montanaro, nel suo discorso ha evidenziato come, per il Corpo, l’anno 2006 abbia rappresentato un periodo significativo, denso di avvenimenti e già connotato dal conseguimento di risultati operativi di tutto rilievo che, nel solco di una tradizione bisecolare, confermano il ruolo della Guardia di Finanza di Istituzione efficiente e moderna, posta a difesa dei fondamentali interessi economici e finanziari dello Stato.

Parole di ringraziamento e gratitudine sono state quindi rivolte in favore del Prefetto di Ascoli Piceno, dottor, Alberto Cifelli, al Presidente della Provincia ed al Sindaco di Ascoli Piceno, agli appartenenti della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, agli appartenenti delle Forze Armate, del Corpo Forestale dello Stato, della Polizia Penitenziaria, dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto e della Polizia Municipale nonché dei militi della Croce Rossa Italiana.

Nel corso della cerimonia, le massime Autorità hanno consegnato gli attestati di benemerenza nei riguardi di alcuni militari che si sono particolarmente distinti nel servizio. La premiazione precede quella già effettuata nella mattinata odierna presso il capoluogo dorico, nel cui contesto, tra l’altro, è stata consegnata al Capitano Silvano Melasecca – Comandante della Compagnia di San Benedetto del Tronto – la medaglia di bronzo al merito civile, per il salvataggio in mare effettuato il 6 agosto 2005 in favore di una ragazza di cittadinanza cinese. La medaglia è stata conferita con la seguente motivazione: “Libero dal servizio, con generoso slancio e consapevole sprezzo del pericolo non esitava a tuffarsi nel mare, percorso da forti correnti, in soccorso di una bagnante in procinto di annegare, riuscendo, insieme ad un commilitone, a trarla in salvo. Chiaro esempio di nobile altruismo ed alto senso del dovere”.
Tra i riconoscimenti consegnati nel corso della cerimonia di Ascoli, da segnalare quello che ha interessato il Maresciallo Aiutante Mario Specchia e l’Appuntato scelto Mauro Fagotti per un’operazione effettuata a Monteprandone tra il gennaio e il novembre 2005. Questa la motivazione: “Militari appartenenti ad un Nucleo Provinciale pt, eseguivano una complessa ed elaborata attività nei confronti di una società cooperativa operante nel settore alimentare beneficiaria di contributi pubblici che si concludeva con l’accertamento di false fatturazioni per oltre 300.000 euro, di una indebita percezione di contributi comunitari pari ad oltre 210.000 euro, nonché con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di quattro persone per truffa aggravata.
Il servizio riscuoteva il vivo plauso della Magistratura inquirente e della Superiore Gerarchia, contribuendo, in tal modo ad accrescere il prestigio del Corpo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 585 volte, 1 oggi)