ANCONA – I direttori delle Zone territoriali di Fano, Fabriano, Civitanova Marche, Fermo e San Benedetto del Tronto coordineranno le cinque Aree vaste in cui è suddiviso il territorio marchigiano e collaboreranno con il direttore dell’Asur nel raggiungimento degli obiettivi individuati dal Piano sanitario regionale.

Lo ha stabilito la Giunta regionale che ha approvato la proposta del direttore dell’Asur, Antonio Aprile. Come è stato illustrato dall’assessore regionale alla Sanità, Almerino Mezzolani, la scelta dei direttori delle zone capofila non risponde a logiche geografiche, ma organizzative. In particolare, quella di disporre temporaneamente, e fino al 31 dicembre 2006, di una rete amministrativa sul territorio in grado di collaborare con il direttore dell’Asur per ottimizzare la logistica e migliorare la qualità dei servizi assistenziali garantiti dal sistema sanitario pubblico.

Le cinque Aree vaste in cui è suddiviso il territorio regionale sono: Pesaro, Urbino, Fano; Senigallia, Jesi, Fabriano, Ancona; Civitanova Marche, Macerata, Camerino; Fermo; San Benedetto del Tronto, Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 144 volte, 1 oggi)