SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Watershow e Comune, affare fatto. Secondo l’accordo definitivo raggiunto nella mattinata di oggi, l’amministrazione Gaspari verserà alla “Collection Eventi e Produzioni Tv” un contributo pari a 100.000 euro per la produzione dell’evento televisivo che verrà registrato il 5 luglio nella cornice della Rotonda Giorgini. Il Comune ha dunque voluto un sensibile ridimensionamento del contributo inizialmente paventato – si parlava di oltre 200.000 euro – in considerazione del fatto che occorre un’opera di austerity per poter dignitosamente supportare le numerose manifestazioni culturali e turistiche già preventivate da tempo per l’estate sambenedettese. La cifra di 100.000 euro è comprensiva di Iva, perciò l’importo netto del contributo è sotto le 90.000 euro.

La riunione odierna ha visto da una parte Stefano Cavezzi, direttore artistico dello spettacolo, e dall’altra tre esponenti del nuovo esecutivo: il sindaco Gaspari – che ha lasciato in anticipo per correre ad Ancona, dove si discute la nuova legge regionale sul turismo – l’assessore al turismo Domenico Mozzoni e l’assessore alle politiche culturali Margherita Sorge.

Il Comune ha dunque raggiunto lo scopo che si proponeva, cioè poter ospitare un evento televisivo dall’ampio richiamo promozionale e mediatico cercando di limitare i costi. Stefano Cavezzi, sambenedettese che lavora da anni nel mondo dello spettacolo televisivo, afferma che il contributo del Comune coprirà solo un quinto del costo totale di Watershow che è di 500.000 euro. Dopo l’incontro odierno, dunque, l’esponente della “Collection Eventi e Produzioni Tv” cercherà contatti con la Provincia di Ascoli e con la Regione Marche per verificare l’entità del contributo che potranno mettere a disposizione. Lo spettacolo, basato su una cornice di giochi acquatici che interagiscono con performance artistiche, musicali e circensi, darà una articolata visibilità al litorale e al porto. Cavezzi sottolinea che la scenografia avrà un grande marchio “San Benedetto- Riviera delle Palme” che servirà a contestualizzare l’evento per tutti i tipi di spettatori, anche quelli fugaci; la trasmissione verrà accompagnata da un forte lavoro di ufficio stampa che diffonderà informazione e curiosità sulle testate nazionali periodiche e settimanali. Ovviamente con il dovuto spazio alla Riviera.

Il progetto scenografico sarà sicuramente impattante; sul cast artistico Cavezzi non ha voluto rilasciare dichiarazioni poiché alcune collaborazioni devono ancora essere contrattualizzate. Il Watershow farà da cornice a sfilate di moda estiva di prestigiose case d’abbigliamento, anch’esse sponsor “consistenti” della manifestazione. Lo spettacolo più coreografico è rappresentato dalle performance emozionali: elementi coreografici aerei già sperimentati nella cerimonia di apertura della Olimpiadi invernali di Torino si fonderanno con giochi d’acqua e numeri circensi. Gli ospiti canori di rilievo saranno cinque e interagiranno con la sfilata all’insegna della contaminazione dei linguaggi espressivi.

Per quanto riguarda la possibilità di una replica del Watershow a San Benedetto nelle prossime estati, Cavezzi ha espresso un “no comment”. Attenderà i riscontri economici e di share.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 924 volte, 1 oggi)