SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il sindaco Gaspari, all’indomani dell’insediamento del suo esecutivo, ha incontrato alcuni rappresentanti dell’associazione degli industriali della provincia di Ascoli. Molte delle tematiche che sono emerse dal confronto riguardano il settore turistico, ma c’è stato spazio anche per problemi urbanistici e per proposte di innovazione della macchina comunale, definita eccessivamente farraginosa dagli industriali.

Premi in volumetria per gli imprenditori alberghieri. Le richieste dell’Assindustria sono state incentrate sulla necessità di ulteriori incentivi all’ammodernamento delle strutture. I premi in volumetria non bastano dato che per un rinnovo vero occorre la chiusura prolungata della struttura e la perdita del fatturato di una o due stagioni turistiche. Il vicepresidente dell’Assindustria Raffaele Speranza ha pertanto richiesto al sindaco la messa in cantiere di soluzioni compensative per gli imprenditori che intendano realizzare strutture di qualità per un turismo elitario. Il sindaco ha risposto ribadendo l’intenzione di abolire la Commissione edilizia, anacronistica e troppo lenta nell’istruire le pratiche, cercando quindi di semplificare senza però deregolamentare eccessivamente. Per integrare i premi volumetrici Gaspari propone una strategia di finanziamenti in conto interessi.

La città-territorio. Da imprenditori e industriali è emersa la richiesta di perseguire fattivamente le strategie di integrazione di San Benedetto con il territorio, in particolare con Ascoli. Un territorio in sinergia, dunque, che vada al di là dei campanilismi rispettando però le identità di ciascuno.

Il Piano di Assetto Idrogeologico. I vincoli del Pai sono tematica complessa e la situazione del fiume Tronto necessita di infrastrutture adeguate per scongiurare esondazioni. Gaspari ha comunicato che è in via di pubblicazione il bando con il progetto di gara d’appalto per la realizzazione di un nuovo ponte sulla Ss16 con rotatoria verso Martinsicuro. Tempo di realizzazione due anni. Per il ponte sulla ferrovia la situazione è più problematica. Il 23 giugno, inoltre, ci sarà l’incontro con uno stimato ingegnere idraulico dell’Università Politecnica delle Marche, al quale verrà chiesta una relazione tecnica utile a favorire una riduzione dei vincoli Pai per quelle opere di edificazione dotate di strumenti che possano mitigare le conseguenze dell’esondazione. Il 13 luglio, inoltre, ci sarà un convegno in Comune che tratterà l’asse attrezzato sul fiume Tronto.

Snellimento della macchina comunale. L’Assindustria ha lamentato l’eccessiva farraginosità e ha auspicato la realizzazione di uno Sportello unico per le imprese. Gaspari è stato possibilista e si è dimostrato favorevole a investire sull’aggiornamento del personale. Del resto il Comune è obbligato per legge a investire in formazione del personale il 2% della spesa totale sui dipendenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 428 volte, 1 oggi)