CASTELFIDARDO – Negli anni di passaggio fra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento c’è una profonda crisi di valori, dovuta principalmente a due filoni contrastanti: da una parte la scienza come soluzione ad ogni male, dall’altra la teoria che non sarà la scienza ad aiutare l’uomo. Artisticamente la grande volontà di rinnovamento porta gli artisti ad un comportamento anarchico di intolleranza alle regole accademiche.In Italia, dagli anni Sessanta in poi, non sono mancate le avanguardie, che hanno portato gli artisti a diversi percorsi disomogenei, dovuto in parte al fatto che storicamente l’Italia vive, prima e dopo le due guerrre, una realtà frammentata.

Per rendere omaggio e per far conoscere meglio questo periodo, a Castelfidardo è stata organizzata una grande mostra, intitolata “Uno sguardo sul 900”, curata da Stefano Papetti e organizzata dall’Atelier Chambre.

All’interno della mostra sarà possibile visionare diverse ed interessanti opere di artisti del Novecento, che siano famosi – come ad esempio Andy Warhol, Cascella, Guttuso, Sassu, Schifano o De Chirico – o meno: poiché la firma non occorre all’arte quando si vuole studiare e comprenderne la vera essenza. E perché anche gli artisti meno conosciuti meritano ugualmente di essere apprezzati nella loro bravura.

La mostra è allestita all’Auditorium di San Francesco a Castelfidardo (Ancona) e rimarrà visitabile dal 10 giugno al 25 giugno 2006. Info tel. 347.6743420, info@atelierchambre.com

(Articolo a cura di Annalisa Cameli)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)