SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il sindaco Giovanni Gaspari ha comunicato la composizione della sua Giunta. La ratificazione formale avverrà nel corso del primo consiglio comunale che si terrà domenica mattina alle 10:00. Secondo le sue dichiarazioni non ci sono sostanziali cambiamenti rispetto alla composizione che aveva in mente dopo le elezioni del 30 maggio. La novità riguarda il nome di Domenico Mozzoni, scelto nel ventaglio degli esterni ai partiti. Per quanto riguarda il presidente del consiglio comunale, Gaspari inviterà la maggioranza a votare per Giulietta Capriotti della Margherita. Questi gli assessori con relative deleghe:

– Vicesindaco con delega a Bilancio e Politiche comunitarie: Antimo Di Francesco (Margherita)

– Politiche ambientali con delega a igiene pubblica, cimiteri, nettezza urbana, protezione civile, Parco Marino del Piceno e Riserva naturale della Sentina: Paolo Canducci (Verdi) –

– Welfare e pari opportunità: Loredana Emili (Ds)

– Lavori pubblici con delega a qualificazione e sviluppo del patrimonio immobiliare cittadino: Giancarlo Vesperini (Rosa nel Pugno)

– Politiche culturali, pubblica istruzione, accessibilità alla città, decentramento e partecipazione: Margherita Sorge (Ds)

– Politiche del mare, lavoro, viabilità, società partecipate e trasporti: Settimio Capriotti (Rifondazione comunista)

– Sport, risorse umane e politiche giovanili: Eldo Fanini (Unione)

– Turismo, commercio e arredo urbano: Domenico Mozzoni

Il sindaco avrà le due deleghe che gli spettano per legge (Affari generali e Polizia Municipale) e la delega all’Urbanistica. Antimo Di Francesco, Loredana Emili, Giancarlo Vesperini e Margherita Sorge sono stati scelti nel novero dei consiglieri comunali e dovranno quindi decadere dalla precedente carica. Le prime fasi del consiglio comunale di domani saranno la convalida degli eletti, il giuramento del sindaco e le votazioni per eleggere il presidente del consiglio. Per espletare queste procedure Gaspari inviterà Loredana Emili ad assumere la temporanea presidenza del consiglio in quanto “consigliere anziano? (detiene la somma più alta fra i voti personali e i voti della lista di appartenenza). Dopo la scontata elezione di Giulietta Capriotti a presidente del consiglio ci saranno le nomine dei suoi vice e la comunicazione ufficiale della composizione dell’esecutivo.

Gaspari chiederà alla sua maggioranza di astenersi dal voto per l’elezione dei due vice presidenti del consiglio, in maniera tale che questi due ruoli di garanzia vengano occupati da Edio Costantini e Domenico Martinelli. «Il consiglio comunale deve rappresentare tutta la città – spiega il sindaco – mentre la Giunta è logicamente appannaggio della maggioranza. Ritengo giusto e corretto che nell’ufficio della presidenza ci siano i due candidati sindaco delle elezioni».

Riguardo alla inaspettata nomina di Domenico Mozzoni, il sindaco spiega: «Si tratta di una figura di tecnico apprezzato e stimato che negli ultimi anni ha dato la sua impronta al settore turistico della città».

Per quanto riguarda l’assessorato dato a Giancarlo Vesperini, l’esponente della Rosa nel Pugno si dimetterà dalla sua carica di consigliere comunale ad Acquaviva, rimuovendo così la sua condizione di ineleggibilità.

Primi passi del nuovo esecutivo: il 23 giugno il sindaco si recherà ad Ancona per incontrare l’ingegnere Casini dell’Università Politecnica delle Marche e valutare insieme le possibili proposte per ottenere una mitigazione dell’impatto dei vincoli alle nuove edificazioni stabilite dal Piano di Assetto Idrogeologico. Entro fine giugno ci sarà un nuovo consiglio comunale nel quale verrà valutata la delibera per l’abolizione della commissione edilizia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 973 volte, 1 oggi)