SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fine settimana frizzante al Verbena di Porto D’Ascoli, il pub di via Laureati che dallo scorso 9 giugno ospita le “Pallonate!?, rassegna di incontri sul tema calcistico ideata dall’inesauribile Michele Rossi.
Stasera l’appuntamento è con Cristiano Militello, che presenta la sua ultima fatica letteraria, Giulietta Mundial, mentre domenica sera, subito dopo la gara del Mondiale di Germania tra Francia e Corea del Sud sarà la volta dell’ex arbitro Walter Cinciripini.
Si tratta dell’incontro numero 4. Moderatore della serata il giornalista di TeleAdriatica Carlo Di Giovanni; ospite invece, come detto, l’ex giacchetta nera di Ascoli Cinciripini, protagonista, dal novembre 2003, sugli schermi Rai col Maifredi Team, il gruppo di ex calciatori guidati da Gigi Maifredi per la trasmissione “Quelli che… il calcio” condotta da Simona Ventura.
Sarà l’occasione per ascoltare, dalla vive voce di chi ha vissuto più di 20 anni sui campi di calcio (189 le sue presenze tra i professionisti, così suddivise: 67 in Serie A; 66 in Serie B; 35 in Serie C1; 21 in Serie C2. In più: nell’87 fu premiato come miglior arbitro debuttante in serie C/1; stagione 1986-1987) – da non dimenticare che Cinciripini prima dell’avvento dei Gaucci, dunque a cavallo tra Novanta e Duemila, ha vestito i panni di presidente della Samb Calcio – i risvolti di un mestiere tanto vituperato quanto affascinante e, soprattutto, un giudizio sulla crisi che sta attanagliando il mondo del calcio.
Crisi che riporta sotto la lente d’ingrandimento temi scottanti quali la tanto chiacchierata sudditanza psicologica nei confronti delle grandi società. I tempi cambiano insomma, ed il protagonismo del mondo arbitrale, ricopre, in particolare nel nostro Paese, un ruolo che sta divenendo sempre più preponderante. Luciano Moggi suggerisce: in modo scandalosamente preponderante.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 641 volte, 1 oggi)