Si è concluso con una piena assoluzione il processo ad Antonio Lattanzi, ex assessore ai Lavori Pubblici del comune di Martinsicuro, e Giulio Cesare Matè, comandante dell’Ufficio di Polizia Municipale destituito dall’incarico nel 2003, a seguito dell’apertura del provvedimento giudiziario terminato oggi.

All’epoca dei fatti, l’Amministrazione Comunale del sindaco Micozzi cadde a seguito di presunte intercettazioni telefoniche che avrebbero dimostrato irregolarità amministrative nella gestione di permessi edilizi, da cui prese il via il processo, in cui fu coinvolto anche il Comandante dell’Ufficio di Polizia Municipale Matè, immediatamente rimosso dall’incarico.

I due, che scontarono nel 2003 diversi mesi di carcerazione preventiva, sono stati dichiarati innocenti, “perché il fatto non sussiste” nel caso di Matè, e per “insufficienza di prove” nel caso di Lattanzi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 588 volte, 1 oggi)