RIPATRANSONE – Tra presidenti che si dimettono e società in crisi di identità, il Ripatransone sembra fare eccezione. Dal quartier generale amaranto giunge infatti notizia che Giancarlo Cesari restaerà sulla panchina ripana anche per il prossimo campionato. Una riconferma di cui si parlava già al termine della stagione, ma che si è materializzata soltanto nelle ultime ore.
«Sono contento di rimanere a Ripa. È una società in cui mi ci sono immediatamente ambientato e dove, fatto non trascurabile, si lavora bene», ha fatto sapere Cesari. Dunque il suo operato, durato poco più di cinque mesi perché subentrato all’esonerato Antognozzi, ha soddisfatto la dirigenza amaranto, decisa a rinnovargli la fiducia.
Non era facile arrivare a torneo in corso con una squadra priva di motivazioni e fiducia nei proprio mezzi, quasi ad un passo dalla retrocessione. Cesari ci è riuscito. Non solo ha ridato tranquillità all’ambiente, ma ha riportato l’ottimismo tra i ragazzi. La salvezza, aggguantata con due giornate di anticipo – altro dato di non poco conto: la Ripa nel girone di ritorno ha incamerato più punti di tutti, dietro solo alla Grottese – è stato il giusot premio agli sforzi profusi dall’entourage amaranto.
Stasera intanto è in programma una riunione tra presidente, staff dirigenziale e tecnico, nel corso della quale dovranno essere poste le basi per la squadra del prossimo anno. Di una cosa siamo certi: verrà allestita una formazione in grado di disputare un campionato di vertice.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 272 volte, 1 oggi)