SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Irresistibile. La Juniores del Porto d’Ascoli Calcio ha vinto tutto ciò che era possibile vincere: titolo provinciale e ammissione al prossimo campionato regionale. Traguardi cercati di partita in partita, inseguiti con la passione per il calcio e conquistati con forza e umiltà.
Dirigenza, giocatori, allenatore e accompagnatori si sono ritrovati presso lo chalet Da Luigi per festeggiare l’indimenticabile stagione di cui sono stati protagonisti. Il presidente Walter Amante ha speso parole di elogio: «E’ grazie a voi ragazzi se oggi siamo una società seria e ben organizzata. Il merito è di tutti coloro che con il loro impegno, i loro sacrifici ci aiutano a fare sempre meglio».
Più emozionato il tecnico Pierluigi Traini: «Credo di non aver mai visto un così deciso attaccamento alla maglia come lo avete avuto voi. Ho capito, dopo la sconfitta di Cupra, di avere a disposizione una squadra non solo forte fisicamente anche mentalmente».
«Il mio è un ringraziamento che va soprattutto ai ragazzi che hanno giocato di meno. Si sono sempre fatti trovare pronti dando il massimo. Ovunque siamo andati, siamo stati trattati con grande rispetto per non dire quasi invidiati. E questo significa una sola cosa: il Porto d’Ascoli è una realtà viva e molto autorevole». Poi il trainer Traini ha omaggiato i suoi ragazzi con un piccolo dono augurando loro buona fortuna. Un messaggio che sa quasi di addio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 478 volte, 1 oggi)