MONTEPRANDONE – Thunder Roma Campione d’Italia. Questo il verdetto dell’11° Campionato Nazionale Laureus Wheelchair Hockey maturato al palazzotto dello sport di Monteprandone sabato 10 giugno, dopo un match molto tirato che si è risolto con la lotteria dei rigori dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi sul punteggio di 1 a 1 e nei supplementari Milano aveva acciuffato il pari a 3 secondi dalla sirena.
Ma andiamo per gradi. Il primo giorno di gare decide la griglia delle semifinali con il derby lombardo tra gli Skorpions Varese e il Dream Team Milano; l’altra semifinale vede invece di fronte i Blue Devils di Genova opposti ai Thunder Roma.
Il primo incontro vede la vittoria quasi a sorpresa di Milano che batte 3 a 2 i campioni in carica di Varese dopo un’avvincente gara che ha regalato emozioni fino all’ultimo secondo; stessa discorso vale per Roma che sconfigge con un più netto 2 a 0 i Blue Devils di Genova i quali però hanno dimostrato di essere in grado di lottare per il titolo.
Tutto pronto per la finale con una cornice di pubblico degna di una finale di Champions League con le due opposte fazioni generose nel sostegno ai propri beniamini. Dopo una fase equilibrata che ha contraddistinto i primi minuti di gioco Roma si porta in vantaggio e Milano impegnata a rincorrere, andando più volte vicino al pareggio.
Per tutto il secondo tempo Milano cerca in tutti i modi di arrivare al pari con Roma impegnata a difendere il vantaggio; quando ormai si stava delineando la vittoria dei capitolini arriva la doccia fredda con il pari raggiunto dal Dream Team.
A questo punto sono necessari i tempi supplementari con Roma che segna il gol del 2 a 1 quando mancano 3 minuti dalla fine dell’incontro ma incredibilmente Milano segna il pareggio quando al cronometro mancano solo 4 secondi.
Si arriva alla lotteria dei rigori: i tiri dal dischetto premia i Thunder di Roma che realizzano due dei cinque rigori mentre Milano ne realizza soltanto uno.
Grande gioia degli atleti in campo che raggiungono questo prestigioso risultato dopo aver disputato diverse finali senza mai arrivare al titolo di campione.
Alla fine della premiazione delle squadre partecipanti il Presidente della Federazione Nazionale Wheelchair Hockey, Antonio Spinelli esprime la sua soddisfazione: «Come Federazione siamo molto contenti della riuscita di questa settimana che è iniziata con il raduno della squadra nazionale e si è conclusa con le finali del campionato. Ringraziamo l’amministrazione di Monteprandone per averci messo a disposizione il palasport e tutto il necessario per gestire al meglio tutta la manifestazione».
«Sul piano sportivo – prosegue Spinelli – è stata una fase finale ricca di sorprese con la favorita Varese che è stata eliminata in semifinale. Roma si è aggiudicata il tricolore dopo una finale palpitante caratterizzata da una piccola polemica nel finale che fa parte dell’agonismo messo in campo dalle due squadre. In ogni modo è un titolo sostanzialmente meritato visti gli alti livelli raggiunti negli ultimi anni da questa squadra».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 438 volte, 1 oggi)