MASSIGNANO – Per chi ha intenzione di dedicare un giorno alla scoperta delle tradizioni e dell’artigianato popolare, magari attraverso un viaggio nei ricordi per riproporre integralmente il processo di lavorazione ed estrazione della fibra dalla ginestra (partendo dalla raccolta dei rami per arrivare al filo per la tessitura), l’occasione giusta è quella di domenica 11 giugno 2006, a Massignano, per la 21ª edizione della “Festa della Ginestra?.

Un salto nel passato volto alla riscoperta delle tradizioni e dell’artigianato locale anche per dare nuova vita ad un’attività ormai quasi scomparsa, e nel contempo nuova linfa ad un settore che ha bisogno di nuove forme di impresa che diano anche una forte caratterizzazione al territorio: questo in sintesi è ciò che si propone l’Assessorato al Turismo ed alle Attività produttive del Comune, in collaborazione con la ProLoco, l’Associazione Arancia Meccanica e la Provincia di Ascoli Piceno la quale, nella persona dell’Assessore alle Attività Produttive, Avelio Marini, vuole rimarcare con forza come il legame tra il territorio Piceno, le sue tradizioni e qualsiasi forma di produzione sia una ricchezza di cui ci si deve riappropriare.

Nella giornata di domenica 11 giugno, attraverso un viaggio nei ricordi, sarà possibile rivivere integralmente il processo di lavorazione ed estrazione della fibra dalla ginestra, partendo dalla raccolta dei rami per arrivare al filo per la tessitura: sarà quindi possibile assistere alla pulitura, preparazione, cottura, macerazione, scorticatura, sfibratura e battitura della ginestra oltre che al suo utilizzo come tintura (ritrovo in piazza e partenza prevista per le ore 7:00).

Sarà inoltre allestita una mostra-mercato dell’artigianato tessile, con dimostrazioni di antiche attività artigiane oramai scomparse come la lavorazione del filato su un telaio di fine ‘800 e la tintura naturale delle fibre. E’ previsto, infine, il “1° Concorso di Filatura Artigianale – Il Fuso d’Oro? ed in serata il “Cantamarche Show?, festival di moda e canzoni. Ovviamente, una particolare attenzione verrà dedicata ai prodotti tipici, anche attraverso l’allestimento di stand enograstronomici.

Tutto ciò si terrà nel Centro Storico del Comune di Massignano, mentre per il processo completo di estrazione della fibra della ginestra ci si sposterà presso il Lavatoio comunale costruito alla fine del ‘800 e quindi in un contesto tale da offrire la possibilità di scoprire e apprezzare il patrimonio di storia, arte e cultura del Comune.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 766 volte, 1 oggi)