MONTEPRANDONE – Un giusto, quanto doveroso riconoscimento a chi ha tenuto alto il nome di Monteprandone nel corso di un’entusiasmante annata sportiva. L’Handball Club Monteprandone, sabato scorso, è stata ricevuta presso il palazzo comunale dal sindaco Bruno Menzietti, il quale nel ringraziare con un discorso di circostanza la formazione di Pasquale Iadarola, promossa in serie B lo scorso 14 maggio, le ha donato una targa ricordo, assieme a tante medaglie quanti sono gli atleti che compongono la rosa arancionera.
Una bella mattinata insomma per l’Hc, che sta ancora festeggiando il grande risultato ottenuto al primo colpo; tra cene organizzate dal presidente Livio Sciamanna, e quelle programmate dalla squadra stessa, i monteprandonesi stanno comunque già pensando alla stagione verrà. Non solo perchè, come ripetuto più volte, va pianificato al meglio il settore giovanile, condinzione imprenscindibile nella nuova categoria, ma anche perchè va individuato un responsabile dello stesso. Ma c’è di più: il vice-presidente Pierpaolo Romandini ha già avviato i contatti con la sucola media di Monteprandone, per dare il là a dei corsi di avviamento alla pallamano. Della serie: come darsi un futuro.
E se il reperimento di giovani in grado di dare continuuità a questa disciplina al momento è prerogativa fondamentale, per quel che concerne la prima squadra l’Hc pare avere le idee molto chiare, visto che quasi con certezza non verranno effettuati ritocchi, confermando in blocco l’organico della stagione appena conclusa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 662 volte, 1 oggi)