SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dal romanzo scandalo “A sangue freddo” di Truman Capote, una pubblicazione che suscitò una serie di polemiche di carattere letterario ed etico-sociale, nasce un film che racconta l’inchiesta condotta dallo scrittore nel 1959, in Kansas. L’omicidio dei quattro componenti della famiglia Clutters a Holcomb suscita in Truman particolare interesse: attraverso questa storia Capote sente di poter finalmente mettere in pratica la sua teoria che una vicenda reale, se messa nelle mani dello scrittore giusto, può essere avvincente come la fiction. Quello che doveva essere un semplice articolo, commissionato dal The New Yorker potrebbe svilupparsi come romanzo sperimentale in cui mescolare gli elementi della letteratura a quelli del reportage giornalistico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 655 volte, 1 oggi)