SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Organizzava aste tramite Internet con le quali offriva ad acquirenti del nostro comprensorio costosi orologi di marca a prezzi allettanti. Al momento del recapito postale, però, questi orologi si rivelavano essere copie molto grossolane. Gianfranco L., trentenne originario di Palermo, è stato individuato grazie al lavoro investigativo della Polizia di Stato di San Benedetto e della squadra giudiziaria della Polizia Postale di Ancona.

La tecnica della truffa consisteva nel ricevere i versamenti dei pagamenti su carte di credito che erano intestate ogni volta a un titolare diverso. Gianfranco L. riusciva a “moltiplicare? le proprie identità falsificando dei documenti validi che rubava in varie regioni italiane. Compilandoli con generalità false e sostituendo la foto del legittimo titolare con la propria, otteneva le carte di credito sulle quali faceva confluire i pagamenti dei falsi orologi di marca.

Fino a oggi la truffa ha fruttato diverse migliaia di euro. Ora Gianfranco L. si trova incriminato per il reato di truffa a mezzo di strumenti informatici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.152 volte, 1 oggi)