SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alleanza nazionale effettua una prima analisi del voto, in attesa di una nuova riunione del partito, già prevista per l’inizio della prossima settimana. «Alleanza Nazionale è il primo partito della Casa delle libertà», scrive il coordinatore comunale Luigi Cava, che era uno dei candidati consiglieri ma non è stato eletto «Resta l’amarezza di una sconfitta elettorale determinata dalla divisione del centrodestra, ma mi preme ringraziare tutti quegli elettori che con il proprio voto hanno consentito ad Alleanza Nazionale di divenire il secondo partito della città e il primo della Casa delle libertà».

«È ora necessario lavorare ancor più alacremente per ricomporre le divisioni che hanno determinato un forte astensionismo dell’elettorato», prosegue Cava, «così come sarà necessario creare condizioni nuove per presentarsi forti ed affidabili tra cinque anni. Esprimo profonda gratitudine a tutti i trenta candidati della lista di An che non si sono risparmiati in una campagna elettorale difficile ed impegnativa e rivolgo un sincero augurio di buon lavoro a tutti i consiglieri comunali eletti».

«Oggi più di ieri», è la conslusione, «è necessario che Alleanza nazionale rappresenti un punto di riferimento per chi vuole costruire quella “comunità alternativa? della quale i sambenedettesi hanno bisogno. Insieme all’analisi del voto che il partito farà all’inizio della prossima settimana, verranno discusse anche le opportune strategie per rendere An ancor più attenta alla definizione delle migliori scelte strategiche per una crescita complessiva della città».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 582 volte, 1 oggi)