SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella scorsa notte alcuni vandali hanno dato fuoco a una delle strutture che si trovano nel parco giochi dell’area verde di via Lombardia, nel lato che dà verso via De Gasperi. I Vigili del Fuoco sono intervenuti verso mezzanotte; sul posto è giunta anche una pattuglia della Polizia di Stato, che sta compiendo accertamenti. Non è stato trovato nessun indizio, ma la causa dell’incendio appare senz’altro dolosa.

Il parco è molto frequentato da tutti gli abitanti del quartiere Sant’Antonio e di sera è luogo di ritrovo per molte compagnie di ragazzi. E’ la prima volta che si verifica un fatto del genere. L’unico problema verificatosi finora era stato il danneggiamento di qualche panchina, oltre alle incomprensibili firme sui muri da parte di qualche improvvisato writer. Ma questa è una consuetudine diffusa praticamente in tutta la città: persino le mura della torre dei Gualtieri al Paese Alto non sono immuni da scritte e disegni.

Antonio Alfonsi, presidente del comitato di quartiere Sant’Antonio, definisce “increscioso? questo episodio e valuta l’ipotesi di attuare il progetto di recinzione del parco studiato dall’ingegnere Massimo Mancini. Una recinzione beninteso che serva solo per le ore notturne. « Sono sempre stato contro l’idea di recintare i parchi pubblici – afferma Alfonsi – ma mi sembra che a mali estremi occorrano estremi rimedi. Se la recinzione non fosse sufficiente, chiederemo al Comune di disporre impianti di videosorveglianza nei luoghi in cui ci sono beni pubblici da tutelare. Colgo l’occasione per invitare calorosamente tutti i ragazzi a riflettere sull’inutilità di certi atti vandalici, che vanno a deturpare cose che sono patrimonio di tutta la collettività».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 762 volte, 1 oggi)