GROTTAMMARE – Il Grottammare è salvo. I biancazzurri hanno battuto 3-2 la formazione abruzzese del Nuovo Avezzano nella gara di ritorno dei play out (all’andata finì 4-2 per i marchigiani) grazie alle reti realizzate da Del Moro, Fusco e Sorlicchio.
Grande festa al termine dell’incontro con gli uomini di Amaolo stretti in un lungo abbraccio che lascia solo immaginare la grande forza di questi ragazzi messi più volte a dura prova da un campionato ostico e ruvido sino all’ultimo minuto.
Il traguardo raggiunto sottolinea la professionalità del gruppo che ha risposto sul campo alle critiche piovute nelle ultime giornate del torneo. Il Grottammare è stata una macchina perfetta: cuore, determinazione e orgoglio la carta vincente. La soddisfazione si legge non solo nelle parole ma anche negli sguardi dei protagonisti, provati dalla fatica, ma emozionati dall’impresa.
Ora la palla passa alla città. Più volte il Presidente Amedeo Pignotti ha invocato l’aiuto degli imprenditori locali per dare nuove energie alla società. Sarebbe stato impensabile e calcisticamente immorale non vedere il club biancazzurro al prossimo campionato di serie D. Ci si augura che la pausa di riflessione presa dal Patron sia l’inizio per riorganizzare idee ed entusiasmo insieme a nuovi soci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 526 volte, 1 oggi)