SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Samb salva sul campo. Dopo la gara di Lumezzane in pochi ci speravamo. Eppure Colonnello e soci hanno compiuto l’ennesima impresa della stagione. Un po’ tutti, al termine della contesa, hanno sottolineato come ora la “palla? passi a chi vorrà investire sul sodalizio rivierasco. A tale proposito: il prossimo 5 giugno è fissata l’asta per l’acquisizione del titolo sportivo.
Il curatore fallimentare Franco Zazzetta nel frattempo sottolinea che «è stata una vittoria molto importante, non solo pe ri tifosi e la città, che hanno potuto festeggiare la permanenza della propria squadra in serie C1, ma anche dello staff, me compreso, che da settimane sta lavorando in funzione della risoluzione della questione societaria. Una Samb in C1 fa certamente più gola a chi vorrà comprarla. Se sono ottimista? Diciamo che sono fiducioso, come lo sono sempre stato sin dall’inizio. L’idea che mi sono fatto è che nei confronti della Samb ci sia un interesse a prescindere dalla retrocessione o dalla salvezza. Il “prodotto? Samb tira. Staremo a vedere, Intanto posso preannunciare che martedì o mercoledì prossimo il giudice delegato Carlo Calvaresi farà un’ordinanza di vendita nella quale verranno fissate tutte le modalità di cessione. Ci potrebbero essere delle indicazioni sulle cifre di partenza per l’acquisizione del titolo sportivo».
Zazzetta, che anche stavolta ha vissuto la vigilia della gara assieme alla squadra, tiene a sottolineare come «rispetto alla partita di Lumezzane ho visto i ragazzi molto più convinti e motivati. Un’atmosfera diversa insomma, rispetto a quella che ho respirato una settimana fa. C’è stata sì preoccupazione per la gara, ma anche fiducia di poter fare bene».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 759 volte, 1 oggi)