GROTTAMMARE – Dopo tante attese, sono finalmente cominciati i lavori a mare volti a salvaguardare 766 metri di costa grotttammarese. La posa del primo scoglio è avvenuta all’altezza dello chalet Adriatico, concessione numero 39 sabato mattina alle ore 9. 

La base operativa a terra è stata allestita dalla Otranto Costruzioni, società che ha preso in appalto la realizzazione delle opere, nei pressi della foce del fiume Tesino.

L’intervento, che interesserà 766,5 metri di costa, e che ha un costo di 606.337,07 euro iva esclusa, prevede l’esecuzione della sopraelevazione ed il ripascimento delle scogliere soffolte posizionate tra lo chalet “da Fabio” e “Stella Marina”, per innalzare la scogliera da 0,5 metri sotto il livello del mare a 1 metro; lo smontaggio del pennello esistente a nord tra lo chalet “Stella Marina” e “California” ed il suo rifacimento in posizione ortogonale alla costa per 80 metri, fino all’incrocio con la scogliera; il rafforzamento della nuova scogliera a sud, realizzata nel giugno 2005, ed infine 6000 metri cubi di sabbia verranno gettati su un fronte di 300 metri all’altezza dello chalet “da Fabio” per consentire il ripascimento della zona più danneggiata dall’erosione. Quest’ultima operazione, già in corso di realizzazione, si sta effettuando ad opera della squadra delle manutenzioni esterne del Comune.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 386 volte, 1 oggi)