Week-end amaro per le formazioni rivierasche impegnate nei play-off e paly-out. Iniziamo dalla Serie C2 ove la Libertà di Movimento si giocava tutte le chance di salvezza in quel di Ascoli contro il Libero Sport. All’andata la formazione bianco-nera si era imposta di misura per 2 – 3, onde per cui, per approdare alla finale play-out i sambenedettesi avrebbero dovuto ribaltare la situazione, con almeno due reti di scarto. Impresa che, purtroppo, non è riuscita: i rossoblu non sono andati oltre il pareggio (3 – 3) che equivale alla condanna di una retrocessione che lascia tanto amaro in bocca. Delusione tangibile anche perché, tutto sommato, la salvezza era alla portata di Marignani & C, visto l’organico a disposizione (e quello delle concorrenti). Non resta che voltare pagina e pensare al futuro.

Futuro che sarà ancora in Serie D per il Port Cafè. Nella finale play-off del girone H di Serie D l’Offida si è imposto nettamente per 6 – 1 e quindi proseguirà nel duro cammino verso la promozione. Una debacle in piena regola, quanto inaspettata, per i ragazzi di mister Trovarelli: non resta che riprovarci il prossimo anno… Per l’Offida ora si profila un percorso che la metterà di fronte al Real S. Giorgio, vincitrice dei play-off nel girone G. In caso di vittoria, si ritroverà praticamene in una sorta di semifinale – finale (dato che vi saranno due semifinali che sanciranno altrettante promozioni) che potrà portare alla C2. In bocca al lupo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 438 volte, 1 oggi)