LUMEZZANE – Il Lumezzane risponde all’articolo apparso ieri sul quotidiano Il Gionale di Brescia, che aveva parlato della “visita? della Guardia di Finanza nella sede del club valgobbino, nell’ambito dell’indagine avviata dalla Procura di Torino nei giorni scorsi.
Il presidente rossoblu Gianbortolo Pozzi ha risposto in maniera decisa: «A tuttoggi la società da me presieduta non ha ricevuto nessuna visita da parte della Guardia di Finanza, in merito all’ipotesi di accusa di falso in bilancio della F.C. Juventus. L’ A.C. Lumezzane, nel corso della sua storia, ha tessuto un solo rapporto di mercato con la società bianconera. Era la stagione 200-2001 quando fu ingaggiato, a titolo di prestito, il calciatore Matteo Beretta. Restiamo comunque a disposizione dell’autorità giudiziaria per eventuali chiarimenti, se ci sarà necessità da parte loro. Sono comunque rammaricato perché ancora una volta è stata diffusa una notizia non corrispondente a verità, che ci ha chiamato inutilmente in causa».
SQUADRA Intanto gli uomini di Sandro Salvioni continuano la preparazione della seconda sfida play out contro la Samb. Ieri i lombardi hanno ripreso gli allenamenti con una doppia seduta. Tutti i giocatori hanno lavorato agli ordini del tecnico rossoblu, ad eccezione di Botti, D’Attoma e Pedruzzi, che hanno svolto un differenziato. Oggi pomeriggio invece, i valgobbini al Comunale hanno effettuato una partitella in famiglia con la Berretti.
TIFOSI In vista della trasferta di San Benedetto il sodalizio bresciano mette a disposizione dei sostenitori rossoblu il viaggio in pullman e il biglietto d’ingresso alla partita alle prime 100 persone che si iscriveranno. Tutti gli altri potranno viaggiare gratis, ma saranno costretti ad acquistare il tagliando d’ingresso allo stadio. Le iscrizioni sono aperte da stamattina.
Notizie estrapolate dal sito www.lumezzanecalcio.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 486 volte, 1 oggi)