GROTTAMMARE – Italiani popolo di mammoni? Allora la 1° Festa del “Mammaggio”, organizzata dal comitato di quartiere Stazione di Grottammare, dovrebbe richiamare frotte di visitatori. Essendo maggio il mese dedicato alla devozione di Maria, si è pensato di preparare dunque, il 28 maggio, questa festa che avrà inizio alle ore 9 con una passeggiata culturale guidata dallo storico grottammarese Mario Petrelli per i luoghi storici della città. Durante il pomeriggio, invece, il gruppo Capoferri allieterà tutti con musica e balli nella piazza della Stazione.
A seguire ci sarà l’esibizione della Scuola di ballo “Palma d’oro” del Maestro Mario Capriotti, e quindi degli intermezzi culturali con poesie dedicati alla figura della mamma scritte da alcuni poeti locali tra cui Mario Lanciotti, Mario Petrelli e Francesca Giuliani.
Ma non di sola musica e balli vivono i mammoni: nella pineta di via Crucioli verrà allestito un mercatino dell’artigianato e stands gastronomici (prezzi popolari).
Si tratta di una bella iniziativa condotta dal comitato di quartiere, costituito nel 2002, in una zona che prima sembrava abbandonata e marginale e che adesso, invece, sta ritrovando una sua identità, grazie anche a feste come quella dei “mammoni” o a quelle estive, che richiamano centinaia e migliaia di visitatori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 349 volte, 1 oggi)