Castignano-Real Centobuchi 4-2
CASTIGNANO: Laurenzi, Melosso, De Angelis, Di Lorenzo, Lucani, Rossetti, Stoppo, Iotti, Alesi L., Giorgi, Alesi V. Tomassini, Cicconi, Natalini, Vagnarelli V., Vagnarelli M., Alesi Vitt., Silvestri. All. Molinari
Real Centobuchi
Vagnoni, Capecci, Giangrossi, Traini, Di Michele, Mandozzi, De Angelis, Cappelli, Amatucci, Galiè, Gaetani. Sciamanna, Gabrielli, Capriotti, Almonti, Carlini, Spinozzi, Mozzoni. All. Di Michele
Reti: 20’ Alesi V. (C), 29’ Cappelli (R), 31’ Alesi V. (C), 76’ Di Lorenzo (C), 93’ Mandozzi (R), 94’ Alesi Vitt.
Arbitro: Simonetti di Jesi
CASTIGNANO – Una partita che ha messo a dura prova le coronarie di coloro che erano presenti al Comunale di Castignano sabato scorso. Alla fine del tempo regolamentare tutti erano pronti per festeggiare l’accesso alla finale play off, ma al terzo dei quattro minuti di recupero gli oltre 300 tifosi presenti sugli spalti vengono letteralmente gelati dal colpo di testa di Mandozzi per la gioia dei 50 sostenitori venuti da Centobuchi.
A causa dell’esultanza prolungata il direttore di gara concede ulteriori 30 secondi di recupero; avviene l’incredibile: palla lanciata dai biancorossi in area ospite, sperando in un rimpallo fortuito, De Angelis prova ad allontanare di testa ma mette il pallone sui piedi del giovanissimo Alesi Vittorio (classe 1990, nda) che tira al volo. Il pallone finisce sul palo, colpisce la schiena del portiere Sciamanna e carambola in rete; i giocatori del Real cadono a terra stremati e distrutti vedendosi sfumare davanti agli occhi un risultato che sarebbe stato ampiamente meritato.
Tornando indietro la cronaca della partita ci porta direttamente al quarto d’ora del primo tempo con Amatucci che con un tiro dal limite dell’area prova a testare i riflessi del portiere avversario il quale blocca la sfera. Qualche minuto più tardi è invece la volta del Castignano a farsi pericoloso con Alesi che mette un interessante suggerimento ma il pallone attraversa tutta l’area. Passano sessanta secondi e cambia il risultato; punizione indiretta dai trenta metri, pallone toccato ad Alesi che fa partire un tiro che va ad infilarsi alle spalle di Vagnoni.
Alla mezz’ora il Real Centobuchi perviene al pareggio grazie a  Cappelli, il quale giunto al limite dell’area scarica il suo destro: il giovane Laurenzi può solo raccogliere la sfera in fondo alla rete. Nemmeno il tempo di festeggiare che il Castignano si riporta in vantaggio di un gol sempre con il solito Alesi che raccoglie al centro dell’area un cross del suo omonimo Alesi Leonardo e deposita in rete con un comodo colpo di testa.
I padroni di casa ci credono nella rimonta ed hanno l’occasione di chiudere il discorso verso il 40’ con un’insidiosa punizione dal limite dell’area dell’instancabile Alesi che per fortuna del Real Centobuchi và di poco alta sulla traversa. Nell’occasione il portiere Vagnoni va a sbattere contro il palo nell’intento di parare il calcio piazzato e viene sostituito nell’intervallo perché non in grado di proseguire l’incontro.
Nel finale di tempo il Real Centobuchi sfiora per ben due volte il pareggio con Galiè; nella prima raccoglie un velo di Amatucci, stoppa di petto e gira al volo con il pallone che termina tra le braccia di Laurenzi, nella seconda punizione di Di Michele, ponte di De Angelis che serve l’attaccante biancoblu ma la sua conclusione finisce sopra la traversa. Sarebbe stato importante chiudere la prima frazione di gara sul risultato di parità in quanto avrebbe costretto i padroni di casa a dover realizzare altre due reti.
Nella ripresa Sciamanna subentrato a Vagnoni viene subito impegnato da un tiro da fuori area di Alesi; gli risponde poco più tardi Gaetani che fa partire un destro insidioso parato in due tempi da Laurenzi.
Intorno alla mezz’ora è la volta di Galiè che manda di poco fuori un diagonale interessante; sul capovolgimento di fronte è Giorni che impegna l’estremo difensore del Real con due potenti conclusioni da fuori area. Al 76’ arriva il terzo gol del Castignano realizzato da Di Lorenzo grazie ad una girata al volo dal limite dell’area piccola che va ad infilarsi sul palo più lontano dove Sciamanna non può arrivare.
Con questo risultato il Castignano è in finale ma gli ospiti non ci stanno e negli ultimi cinque minuti sfiorano per due volte il gol con Di Michele che impegna Laurenzi in tuffo e con De Angelis che entra in area palla al piede, ma la sua conclusione si spegne sul fondo. L’arbitro decreta quattro minuti di recupero e il Real cerca di giocarsi le ultime carte a disposizione e la caparbietà degli uomini di mister Di Michele viene premiata dal colpo di testa vincente di Mandozzi. L’epilogo dell’incontro non ha bisogno di ulteriori commenti; al triplice fischio del signor Simonetti gioia incontenibile dei giocatori del Castignano e biancoblu con il morale sotto i tacchi.
«Abbiamo disputato un ottimo campionato andando al di là di ogni previsione – queste le parole di Cappelli del Real Centobuchi – e uscire dai play off dopo una partita del genere da ancora più fastidio. Avrei preferito chiudere la mia carriera in modo differente ma posso ritenermi soddisfatto per l’esperienza fatta con questa società che fa dell’umiltà uno dei suoi principi. Questo gruppo è un’ottima base di partenza per disputare il prossimo campionato ai vertici».
Nell’altra semifinale il Campofilone ribalta il 2 a 1 di sette giorni fa e si scontrerà con il Castignano per accaparrarsi un posto in prima categoria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 387 volte, 1 oggi)