LUMEZZANE – Il neodirettore rossoblu Remo Croci, al termine della partita del Comunale ce l’ha con la direzione della terna arbitrale, anche se ammette: «Nulla da dire sulla vittoria del Lumezzane, che ha meritato, ma l’arbitro ha lasciato molto a desiderare. Non mi è piaciuto per niente il suo atteggiamento. C’era un rigore nettissimo su Docente e non è possibile che il guardialinee abbia segnalato fuorigioco solo a noi. Detto questo noi abbiamo pagato la forma fisica precaria di molti uomini, anche se non si possono prendere due gol “fotocopia? come quelli segnati da Kalambay. Per il resto Salvioni ha preparato bene la gara, sapevamo che ci avrebbero attaccato, del resto dovevano giocarsi molto in questa prima sfida. Sono comunque convinto che domenica prossima ce la possiamo fare. Dobbiamo “mangiarceli?. Facciamo molto affidamento sul nostro pubblico. La voglia è immutata, sappiamo che sarebbe stata difficile. Mi spiace molto per i tifosi che ora si dovranno sobbarcare un viaggio di ritorno col morale sotto i tacchi. Ma non molliamo: domenica ci salviamo, ne sono convinto. I guai societari? In questo momento mi interessa solo la salvezza sul campo».

Il curatore fallimentare Franco Zazzetta, presente sugli spalti dell’impianto bresciano, è stato invece molto più parco nel commento post-partita: «Se sono deluso? Per il risultato sì, non per l’impegno. Potrebbe anche darsi che il Lumezzane sia più forte di questa Samb. In ogni caso nulla è ancora compromesso. Samb sottotono? In questi due giorni che sono stato in ritiro con loro mi erano sembrati sereni. Confido nel ritorno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 878 volte, 1 oggi)