ANCONA – Bel colpo della Pallanuoto Delphinia che oggi pomeriggio hanno sbancato il Passetto di Ancona al cospetto della vicecapolista del girone 4 di serie C.
I ragazzi di Attilio Garbati si sono presentati in cerca di rivincita contro lo Jesi; in particolare il grande assente del match d’andata, il portiere Di Fulvio, non vedeva l’ora di confrontarsi con gli avversari.
La partita. Delphnia subito in gol grazie a Leli, in superiorità numerica. Pochi attimi e allo Jesi viene concesso un rigore, trasformato per 1-1. A questo punto si scatena il centroboa Bruni, che in meno di un minuto va in gol in due4 circostanze. Il tecnico jesino è costretto al time out per richiamare i suoi ragazzi, presi alla sprovvista dalle continue incursioni avversarie.
Ricevute le disposizioni, i padroni di casa, complice anche un malinteso difensivo tra Di Fulvio e Marcelli, riescono ad accorciare le distanze. Ma è ancora Bruni a firmare il nuovo vantaggio rossoblu, con una splendida rovesciata che chiude il tempo sul 2 a 4.
Ripresa molto meno movimentata e spettacolare; le difese lavorano bene, anche nelle situazioni di inferiorità numerica. La Delphinia riesce a contenere i pericolosi contropiedi dei giovani avversari, che sciupano varie occasioni, tra cui il rigore (molto dubbio) neutralizzato dal portiere Di Fulvio. Anche i sambenedettesi getta alle ortiche più di un’opportunità per incrementare il vantaggio. Lo Jesi, a 45 secondi dal termine della seconda ripresa, trova la rete del 3 a 4.
Nel terzo tempo i padroni di casa si buttano in avanti, grazie anche all’eccessivo numero di espulsioni (molte delle quali discutibili) con cui l’arbitro penalizza gli ospiti, che prima subiscono il pareggio e poi il sorpasso (ancora su rigore).
Seppure sotto pressione, e con due espulsioni consecutive addebitate a Cacciagrano, i ragazzi di coach Garbati riescono a pareggiare con un gran tiro di Marcelli, e poi a trovare il vantaggio (5-6) a 7 secondi dalla fine grazie a capitan Marchionni.
Nell’ultima ripresa i sambenedettesi, nonostante la stanchezza riescono a conservare la lucidità e gestire il risultato; di più: Maduli e soci non cadono nelle provocazioni avversarie. Scelta azzeccata, i ragazzi frenano le incursioni jesine e sugli sviluppi di una ripartenza realizzano il gol del definitivo 5 a 7 (ancora Marchionni).
Luca Di Fulvio; Tonino Leli (1); Cesare Damiani; Antonio Marcelli (1); Silverio Marchionni (2); Antonio Bruni (3); Adolfo Rastelli; Marco Maduli; Gianvincenzo Clerici; Luca Renzi; Patrizio Mascitti; Lorenzo Cacciagrano; Massimo Di Domenico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 269 volte, 1 oggi)