SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al convegno di giovedì scorso, svoltosi presso la Sede della Confcommercio di San Benedetto, non si è parlato solo di rintracciabilità e degli obblighi e responsabilità di chi vende e somministra alimenti, ma anche della nuova etichettatura prevista dal Decreto Legislativo 114 che prevede una specifica informativa ai consumatori sulla presenza degli allergeni negli alimenti posti in commercio.
L’iniziativa della Confcommercio provinciale, promossa in collaborazione con la Camera di Commercio, l’Assessorato alle Attività Produttive della Provincia e la Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, ha suscitato molto interesse tra gli operatori che hanno gremito la sala (erano presenti anche tanti albergatori), per ascoltare in particolare le indicazioni tecniche del dott. Cesare Ciccarelli, dirigente veterinario della ASUR 12 di San Benedetto e dell’avv. Marcello Fiore, responsabile dell’Area Legislativa della FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi).
I lavori convegnistici, coordinati dal direttore Confcommercio Giorgio Fiori, (che ha evidenziato, in apertura, il servizio di assistenza garantito dalla Confcommercio alle imprese anche su queste tematiche), sono stati altresì caratterizzati dagli interventi del Presidente Provinciale Confcommercio Benito Calvaresi e di quello di Delegazione Ivo Giudici, del Presidente Camerale Enio Gibellieri e di Gianfranco Antonucci, rappresentante delle Associazioni dei Consumatori presso l’Ente Camerale.
Molto apprezzato è stato, infine, l’intervento conclusivo del Dott. Aldo Cursano, Vice Presidente Nazionale FIPE, che ha sottolineato l’attenzione che gli operatori porgono all’autotutela sanitaria, non solo per essere a riparo da multe e sanzioni, ma nell’interesse degli stessi consumatori che rappresentano sempre il bene primario di ogni impresa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 219 volte, 1 oggi)