FILADELFIA – Congratulazioni al senatore Franco Danieli per la nomina a vice ministro degli Esteri con delega agli Italiani nel Mondo è giunta oggi anche da Vincenzo Centofanti consigliere del Consiglio generale degli italiani all’estero ed esponente di centrodestra.

In un messaggio Centofanti ricorda: «Personalmente ho avuto vivaci scontri con il senatore Danieli durante le riunioni del Cgie. Esprimevamo punti di vista diversi, ma sempre nell’interesse dei connazionali».

Dunque al di là delle opposte posizioni, secondo Centofanti «decisamente Danieli è il più qualificato tra tutti i possibili candidati. Ha visitato molte comunità italiane in tutti i continenti. Ne conosce molto bene i diversi problemi, ha l’esperienza e la competenza che il nuovo incarico richiede».

«Come molti altri – aggiunge Centofanti avrei preferito che fosse stato conservato il Ministero degli Italiani nel Mondo. Ma questo era senza portafoglio e si reggeva con il prestigio che gli dava il suo titolare on. Tremaglia, che doveva fare “salti mortali? dal punto di vista finaziario per svolgere degnamente le attività di sua competenza».

«Un vice ministero – commenta Centofanti – non ha lo stesso prestigio, ma in compenso ha un budget entro il quale gli è permesso di svolgere le sue funzioni».

«E allora – conclude il consigliere del Cgie – il primo problema che il senatore Danieli dovrà affrontare è la nomina dei membri di nomina governativa del Cgie, in modo che questo organismo riprenda al più presto la sua attività».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 246 volte, 1 oggi)