SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si muove la Samb verso la partita uno dei play-out, che i rossoblu giocheranno allo stadio comunale di Lumezzane (inizio ore 16). Quest’oggi i rossoblu hanno giocato una partita in famiglia al Riviera, mescolando un po’ le carte. Il solo Docente è uscito anzitempo, per un semplice affaticamento (ma sarà in campo a Lumezzane), mentre Di Dio ha subito una leggera escoriazione alla spalla per un contrasto avuto nel finale. I rossoblu partiranno alla volta di Lumezzane già domani: attorno alle 13:30 i rossoblu si ritroveranno allo stadio.
La gara di Lumezzane sarà importantissima perché un risultato non negativo (pareggio o vittoria) consentirebbe ai rossoblu di giocare il match di ritorno, a San Benedetto, con maggiore tranquillità. Ricordiamo che resta in C1 la squadra che, nell’arco delle due partite, ha segnato più reti. In caso di pareggio complessivo, la Samb, meglio classificata durante la stagione regolare, si salverà.
Dopo il 28 maggio è attesa l’asta del titolo sportivo della Samb: in questi giorni gli imprenditori della May Day hanno incontrato i candidati sindaco e i tifosi, per verificare la situazione. Sicuramente nessuno, oggi, da nulla per nulla ed è finita l’epoca dei “ricchi scemi? che investivano nel mondo del calcio. È finita da un pezzo, anzi. Bisognerà prestare attenzione alle richieste degli imprenditori sambenedettesi ma, su questo tutti saranno d’accordo, San Benedetto non può essere svenduta ulteriormente.
BIGLIETTI. Sono arrivati poco dopo le 19 i 760 tagliandi del settore gradinata dello stadio Comunale di Lumezzane, che saranno messi in vendita a partire dalla serata, al costo di 10 euro l’uno. Lo stadio non ha curve per gli ospiti e quindi i tifosi della Samb siederanno in una posizione più centrale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 867 volte, 1 oggi)