La Giunta regionale, su iniziativa dell’assessore alla Sanità Almerino Mezzolani, ha approvato il progetto “Helios? 2006, un sistema di prevenzione per contrastare l’incremento della mortalità degli anziani, a causa degli effetti delle ondate di calore durante l’estate. L’iniziativa, alla sua terza edizione, sarà rivolta agli anziani “over 75 e 85?, a coppie di anziani di cui uno gravemente malato e a soggetti privi di sostegno familiare e solidale. Partirà il prossimo primo luglio e durerà sino al 31 agosto interessando più di settantasettemilacinquecento marchigiani ultrasettantacinquenni e residenti nei comuni di Ancona, Pesaro, Ascoli Piceno, Fano, San Benedetto del Tronto, Senigallia, Macerata, Jesi, Civitanova Marche, Fermo, Fabriano, Osimo, Falconara Marittima, Porto Sant’Elpidio, Recanati e Tolentino.
Il progetto si muoverà in un’ottica di piena integrazione tra i servizi territoriali sanitari, attraverso una campagna d’informazione regionale e sull’individuazione degli anziani riportati nelle liste prodotte dai servizi sociali. Per fronteggiare le elevate temperature che potranno creare disagi nella popolazione anziana, verrà istituito un call-center con l’attivazione di un numero verde regionale in funzione sette giorni su sette. All’altro capo del telefono ci saranno degli operatori in grado di fornire informazioni sull’accesso ai servizi sanitari, sulle fasce orarie di continuità assistenziale e sulla corretta igiene dietetica. Inoltre, verificheranno lo stato generale, la regolarità dell’alimentazione e dell’assunzione di liquidi, il senso di percezione del calore dell’assistito e allerteranno i preposti all’assistenza sanitaria in caso vengano segnalate condizioni di rischio.
Tra gli interventi di “Helios?: la visita e il contatto periodico, il telesoccorso, la telespesa, la consegna dei pasti a domicilio e altre incombenze quotidiane come l’essere accompagnati per il ritiro della pensione, per effettuare pagamenti vari o per eseguire terapie e visite mediche. Importante sarà anche il ruolo della protezione civile della Regione Marche che diffonderà informazioni biometeorologiche e bioclimatiche. Per la realizzazione del progetto la Regione ha stanziato 30 mila euro necessari per l’attivazione degli operatori del call-center e per la pubblicazione degli opuscoli con i consigli per proteggersi dall’afa, distribuiti attraverso le farmacie e centri di aggregazione per gli anziani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 187 volte, 1 oggi)